I cookie aiutano a fornire servizi di qualità. Navigando su questo sito accetti il loro utilizzo.     Informazioni

 

CARATTERE: 

carattere Medio Carattere Grande Carattere Grande



ALBO PRETORIO

ALBO

TRASPARENZA

amministrazione trasparente

PSC

logoPSC

AMMINISTRAZIONE APERTA

Amministrazione Aperta

FATTURAZIONE

Fatturazione Elettronica

ACCESSIBILITA'



questo sito e' conforme alla legge 4/2004

Amministrazione Trasparente

trasparenza

SUAP

logoSUAP

CUC

Logo CUC

CALCOLO IUC 2018

Calcolo IUC 2018

05-07-2018

IL SINDACO

 

RlCHIAMATO il R.D. 18 giugno 1931 n.773;

RlCHIAMATO il R.D. 6 maggio 1940 n.635; VISTO il D.P.R. 28 maggio 2001 n.331 "Regolamento per la semplificazione dei procedimenti relativi ad autorizzazioni per lo svolgimento di attività disciplinate dal testo unico delle leggi di pubblica sicurezza nonché al riconoscimento della qualifica di agente di pubblica sicurezza (nn.77, 78, allegato 1 della legge n.59/1997 e nn. 18, 19, 20 e 35, allegato 1 della legge n.50/1999)";

RILEVATO che la normativa suddetta prevede la competenza del Sindaco relativamente alla nomina della Commissione comunale di vigilanza avente i compiti definiti dall'articolo 141 del R.D. n.63511940 (Regolamento di esecuzione del T.U.L.P.S.), e in particolare il successivo ar­ticolo 141bis del R.D. n.63511940, stabilisce che: "Salvo quanto previsto dall'art. 142, la commissione di vigilanza è comunale e le relative funzioni possono essere svolte dai comuni anche in forma associata.

 La commissione comunale di vigilanza è nominata ogni tre anni dal Sindaco competente ed è composta da: a) dal sindaco o suo delegato che la presiede;

b) dal comandante del Corpo di polizia municipale o suo delegato;

c) dal dirigente medico dell'organo sanitario pubblico di base competente per territorio o da un medico dallo stesso delegato;

d) dal dirigente dell'ufficio tecnico comunale o suo delegato;

 e) dal comandante provinciale dei Vigili del fuoco o suo delegato;

 j) da un esperto di elettrotecnica.

Alla Commissione possono essere aggregati, ove occorra, uno o più esperti in acustica o in al­ tra disciplina tecnica, in relazione alle dotazioni tecnologiche del focale o dell'impianto da ve­rificare.

Possono altresì far parte, su loro richiesta, un rappresentante degli esercenti locali di pubblico spettacolo e un rappresentante delle organizzazioni sindacali dei lavoratori designati dalle ri­spettive organizzazioni territoriali, tra persone dotate di comprovata e specifica qualificazione professionale ... .... ";

DATO ATTO della avvenuta scadenza della precedente e ritenuto di dover provvedere a nuova nomina; VISTE le comunicazioni, in atti, da cui risultano le designazioni degli Enti interessati;

 VISTO il D.lgs n.267/2000 e, in particolare, l'art.50, 3° comma dello stesso;

 

DECRETA

 

Di nominare la COMMISSIONE COMUNALE DI VIGILANZA SUI LOCALI DI PUBBLICO SPETTACOLO, ai sensi di quanto previsto dall'articolo 141bis del R.D. n.63511940, con la composizione che segue:

 

a)  Sindaco o suo delegato cui sono attribuite le funzioni di Presidente;

b) Sig. Giuseppe Bianco, Comandante della Polizia Municipale o suo delegato;

c) Dirigente Medico Azienda Sanitaria Locale competente per territorio o medico suo delegato;

d) Ing. Giacomo Taverna, Responsabile del Servizio Tecnico Comunale, o suo delegato;

e) Comandante Provinciale Vigili del Fuoco o suo delegato;

f) Ing. Giuseppe Chiodo, esperto in elettrotecnica.

 

Inoltre potranno essere aggregati, a integrazione della commissione come sopra nominata, un esperto in acustica e uno o più esperti in altre discipline tecniche in relazione alle dotazioni tecnologiche del locale o dell'impianto da verificare, in tale caso i nominativi saranno individuati, quando necessario e ove occorra, con apposito atto integrativo al presente provvedimento.

La presente nomina ha validità triennale a decorrere dalla data odierna.

Le funzioni di segretario verbalizzante degli atti della commissione verranno espletate da un dipendente comunale designato dal Sindaco.

Si notifichi ai membri della commissione designati.

Bianchi lì 05.07.2018

 

Il Sindaco

Dott. Tommaso Paola

02-06-2018

 

PREMESSO che il D.L. 78/2015 recante “Disposizioni urgenti in materia di Enti territoriali” convertito in L. 125/2015, ha introdotto la nuova carta di identità elettronica (CIE) con funzioni di identificazione del cittadino ed anche di documento di viaggio in tutti i paesi appartenenti all'Unione Europea se valido per l'espatrio;

PREMESSO che il nuovo documento ha la forma e le dimensioni di una carta di credito dotata di particolari sistemi di sicurezza, di un microchip a radiofrequenza che memorizza i dati del titolare comprese le impronte digitali; - il nuovo documento non sarà più stampato e consegnato direttamente allo sportello al momento della richiesta ma verrà richiesto in Comune e successivamente stampato dall'Istituto Poligrafico della Zecca dello Stato che provvederà direttamente alla spedizione del documento all'indirizzo indicato dal richiedente entro 6 giorni lavorativi dalla richiesta;

PREMESSO che il Comune di Bianchi dal corrente mese è dotato delle postazioni idonee all'emissione della nuova carta di identità elettronica; - così come previsto dalla Circolare del Ministero dell'Interno n. 5/2017 dal momento in cui le postazioni saranno operative il Comune provvederà alla richiesta di rilascio della nuova CIE abbandonando la modalità di emissione in formato cartaceo salvo i casi di reale e documentata urgenza segnalati dal richiedente come per motivi di salute, viaggio, consultazione elettorale e partecipazione a concorsi o gare pubbliche oltre ai casi in cui il cittadino sia iscritto nell'Anagrafe degli Italiani residenti all'estero (AIRE);

PREMESSO che il Comune tramite le apposite postazioni di lavoro informatiche invierà tutti i dati del cittadino al Ministero dell'Interno che, a sua volta, li trasmetterà all'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato per la produzione, la stampa e la consegna della nuova CIE come sopra riportato;

VISTO l'art. 291, comma 3, del Regolamento di esecuzione del T.U.L.P.S. (R.D. 6 maggio 1940 n. 635) il quale prevede che all'atto del rilascio o del rinnovo della carta d'identità i Comuni sono autorizzati ad esigere, oltre ai diritti di segreteria di € 0,26, un diritto fisso di € 5,16 e che lo stesso sia raddoppiato ad € 10,32 in caso di rilascio di duplicato a seguito di smarrimento o furto;

ATTESO che l'art. 1 del Decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze del 25/05/2016 ha fissato in € 13,76 + IVA (€ 16,79) l'importo del corrispettivo da porre a carico dei richiedenti a titolo di rimborso per le spese di produzione e spedizione della CIE;

VERIFICATO che ,all'importo di € 16,79 da versare allo Stato, andranno sommati il diritto fisso di € 5,16 ed il diritto di segreteria di € 0,26 ex Legge 08/06/1942 n. 604 – tabella D, ottenendo per il rilascio della CIE un importo complessivo di € 22,21 e che per il rilascio del duplicato della CIE andranno invece sommati all'importo di € 16,79 il diritto fisso dovuto per il duplicato di € 10,32 oltre al diritto di segreteria di € 0,26 per un totale di € 27,37;

CONSIDERATO inoltre che con Circolare del Ministero dell'Interno n. 11/2016 è prevista la riassegnazione di una parte delle somme incassate ai Comuni pari ad € 0,70 a carta;

che i corrispettivi da versare da parte del cittadino sono i seguenti: - per il rilascio della nuova Carta di identità elettronica (CIE) € 22,21; - per il rilascio di nuova CIE in caso di smarrimento, furto o deterioramento € 27,37; - per il rilascio, residuale, di Carta di identità cartacea € 5,42;

 per il rilascio di duplicato di Carta di identità cartacea in caso di furto, smarrimento o deterioramento € 10,58;

4) di dare atto che il pagamento dei corrispettivi per il rilascio della nuova Carta di identità elettronica (CIE), per il rilascio di nuova CIE in caso di smarrimento, furto o deterioramento, per il rilascio, residuale, di Carta di identità cartacea, per il rilascio di duplicato di Carta di identità cartacea in caso di furto, smarrimento o deterioramento, dovrà essere effettuato esclusivamente mediante versamento sul conto corrente postale intestato all’Ente sul seguente Conto Corrente Postale 000012885877.

 

29-12-2017

La Italgas Reti S.p.A. , Società con unico Socio e soggetta all'attività di direzione e coordinamento della Italgas S.p.A. , ha comunicato in data 27/12/2017 che il giorno 19/12/2017 è stata messa in gas la rete di distribuzione del Comune di Bianchi ed è conseguentemente iniziato il servizio del gas all'utenza cittadina.

Si porta a conoscenza, pertanto, dei cittadini interessati, che, a far data da oggi, è possibile sottoscrivere un contratto di fornitura con i soggetti preposti nel libero mercato.

Il Sindaco

Dott. Tommaso Paola

 

24-06-2014

 1

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Comune di Bianchi (CS-Italy)

Piazza MATTEOTTI 15

CAP 87050

Tel. 0984 96 70 58 - Fax 0984 96 70 94

P.IVA 00388560781
http:\\www.comune.bianchi.cs.it     E-mail: info@comune.bianchi.cs.it
PEC:  sindaco.bianchi@asmepec.it

HTML 4.01 Strict Valid CSS
Pagina caricata in : 0.209 secondi
Powered by Asmenet Calabria